Ipotesi Raikkonen – Ferrari nel 2007

da , il

    Ipotesi Raikkonen – Ferrari nel 2007

    Dopo l’annuncio di Alonso alla McLaren nel 2007, diventa plausibile l’ipotesi di Kimi Raikkonen in Ferrari nel 2007. D’altra parte non è la prima volta che si sente questa voce. Ricostruiamo lo scenario e vediamo quali sono i motivi che potrebbero portare il finlandese a Maranello.

    La prima voce in questa direzione è una dichiarazione di Jean Todt che risale alla primavera scorsa, poco dopo l’inizio folgorante del mondiale da parte di Alonso. Interrogato da un giornalista sulla possibilità di portare il pilota spagnolo in Ferrari nel 2007, Todt rispose che si trattava di un ottimo pilota, ma che riteneva che la scelta migliore fosse un pilota nordico.

    In quella occasione si vociferò addirittura di un contratto già firmato, con tanto di cifre, oppure di un pre-contratto con una reciproca opzione 2007 tra Kimi e la Rossa.

    L’ipotesi Alonso – Ferrari invece si basava sull’analoga vicenda che nel 1996 aveva portato Schumacher dalla Benetton alla Ferrari. Tuttavia non è mai stata molto plausibile giacché il manager di Alonso è Briatore, e si sa come non corra per niente buon sangue tra la Ferrari e il piemontese.

    Il mondiale 2005 ha dimostrato come i piloti in grado di aspirare al mondiale siano sostanzialmente tre: il solito Schumacher, Alonso che ha centrato il titolo, e Kimi, che dopo un ottimo 2003 chiuso a due punti dal tedesco, ha bissato la ricorsa al titolo nel 2005 non potendo lottare fino all’ultimo solo per i problemi di affidabilità della McLaren.

    Quindi, impossibilitata ad avere Alonso, con Schumacher sulla via del ritiro o di un eclettico passaggio in Red Bull, è normale che la Ferrari si interessi al finlandese. Chi altro potrebbe prendere in grado di vincere un mondiale se non Kimi? Magari da affiancare a un esordiente Valentino Rossi che avrà molto da imparare. Bella coppia Kimi-Vale, no?

    Dal canto suo Raikkonen ha svariati motivi per arrivare in Ferrari.

    Il primo è che la McLaren lo ha sempre (tecnicamente) tradito in 3 anni. O per prestazioni o per inaffidabilità, per 3 anni consecutivi Kimi è stato costretto a inseguire, compreso un 2004 che salvo il finale di stagione, è stato mortificante.

    Il secondo è che la McLaren gli affianca un campione del mondo nel 2007. E’ vero che è sempre stata una politica della casa inglese avere due galli in un pollaio (Senna-Prost su tutti), ma è anche vero che Kimi non pare della stessa idea. Montoya è veloce ma non è un genio, Alonso invece ha dimostrato di sapere gestire al meglio il campionato.

    Il terzo motivo è economico. Sicuramente in Ferrari guadagnerebbe di più, giacché in McLaren è entrato come giovane pilota, mentre a Maranello arriverebbe da protagonista affermato.

    Il quarto è una questione di considerazione: Haug ha detto che Raikkonen se vuol può rinnovare, ma può farlo anche Montoya. Come a dire: uno vale l’altro, tanto c’è Alonso.

    Tuttavia pensiamo che sarà necessario attendere la prima parte del 2006 perché tutti prendano una decisione. Kimi vedrà se la McLaren è competitiva per vincere il mondiale e in quel caso potrebbe rinnovare. Schumacher vedrà se la Ferrari è competitiva per vincere il mondiale e in quel caso potrebbe rinnovare.

    Valentino Rossi vedrà se è abbastanza competitivo per vincere il mondiale nel 2008, e in quel caso potrebbe arrivare.

    Gli altri stanno alla finestra.

    Comunque intanto che Kimi e la Rossa sondano il loro possibile matrimonio, il finlandese, come vediamo, non sta certo con le mani in mano…