Moto 2, è il momento di Garcia

In Moto 2 è senza dubbio il momento di Sergio Garcia che vince a Le Mans e si prende la prima posizione nella classifica mondiale. 

Lo spagnolo si toglie la doppia soddisfazione di salire sul podio e riuscire a raggiungere un risultato assolutamente straordinario in classifica. Ma scopriamo meglio di chi si tratta.

Giovanissimo, è nato a Burriana il 22 marzo del 2003 ed è un ragazzo di grandissima personalità e carattere. Non possiamo che ammettere che da lui ci si aspetta ora sempre qualcosa di più, ma molto presto potrebbe fare il salto nella MotoGp perché ha tutto per spaccare verso i prossimi anni.

A tredici anni ha vinto il campionato spagnolo Pre-Moto3 che gli ha regalato grande soddisfazione, mentre nel 2017 è arrivato al campionato FIM CEV da protagonista. In Moto 3 ci arriva nel 2019 con la Honda nel team Estrella Galicia 0.0. Il grande risultato arriva nel 2021 con il terzo posto e nel 2022 con il secondo, cosa che poi lo lancia verso la Moto 2 dove arriva nel 2023 con Kalex posizionandosi però 15esimo nella classifica finale. Quest’anno è passato a Boscoscuro e aveva già vinto in Cile, mentre è arrivato terzo in Qatar, sesto in Portogallo e quarto in Spagna a casa sua.

Conosciamo meglio Sergio Garcia

Sergio Garcia è sicuramente un pilota da scoprire per il futuro, uno che farà la storia di questo sport e che sogna di raggiungere grandi risultati già nei prossimi anni. Dopo due anni di Moto 2 sogna il salto in MotoGp anche se ci potranno volere ancora almeno un paio di stagioni per non bruciarlo.

Garcia è un fenomeno
Sergio Garcia, conosciamolo meglio (ANSA) Derapate.AllaGuida.it

Molto giovane e talentuoso è un ragazzo che ha dimostrato anche grandissima umiltà senza sembrare mai esagerato nelle parole. Per questo ha conquistato tutti e fatto muovere i team principal per il futuro.

In un periodo in cui gli spagnoli stanno facendo molto bene, guardate il risultato di Jorge Martin in MotoGp, nasce una nuova classe di fenomeni che potrebbero davvero regalarci dei colpi di scena. E chissà che anche la Ducati non si possa muovere su di lui per metterlo vicino a Pecco Bagnaia regalandogli la possibilità di crescere vicino a un vero campione, un ragazzo in grado di fare cose straordinarie sulle due ruote.

La stagione è ancora lunga, ma Sergio Garcia ha già mostrato tutta la sua volontà di raggiungere risultati importanti e di spadroneggiare in pista grazie alla sua personalità e alla voglia di fare. Il tempo d’altronde è dalla sua parte.

Impostazioni privacy