Motogp Catalunya: sarà una dura lotta

Siamo giunti al sesto appuntamento della stagione della Motogp 2009,che si correrà sul tracciato catalano di Montmelò

da , il

    Dopo la vittoria di Casey Stoner al Gran Premio d’Italia Alice, il circo della Motogp sbarca sul tracciato di Mas de la Morenta nei pressi di Montmelò. La gara catalana arriva in un momento della stagione dove la lotta per la conquista del titolo mondiale si fa sempre più accesa ed entusiasmante.

    Protagonisti di questa battaglia saranno il ducatista Casey Stoner, il campione in carica Valentino Rossi e l’altro pilota della Yamaha Jorge Lorenzo.

    Stoner, infatti, giunge in terra spagnola rinvigorito dalla splendida vittoria conquistata tra le curve del Mugello che gli ha consentito di riacciuffare la vetta della classifica mondiale. Casey l’anno scorso arrivò terzo al traguardo, alle spalle del vincitore Dani Pedrosa e del suo eterno rivale Valentino Rossi.

    Proprio le condizioni di salute precarie dello spagnolo, il quale sul circuito toscano ha rimediato l’ennesima frattura, tolgono a questo appuntamento uno dei sicuri protagonisti. Ma a difendere i colori iberici ci penserà Sete Gibernau, pronto al rientro davanti al pubblico amico dopo la brutta caduta proprio sulla spalla infortunata.

    Valentino Rossi, che in Spagna non è mai sceso dal podio, punta a non perdere ulteriore terreno dai suoi avversari, perchè dopo le amarezze delle ultime due gare non può più permettersi errori se non vuole perdere il treno mondiale.

    Uno dei protagonisti di Montmelò, sarà il padrone di casa Jorge Lorenzo, autentica rivelazione della prima parte della Motogp. La seconda guida della Yamaha, già vincitore in due occasioni quest’anno, sarà esaltato per la spinta del caldo tifo casalingo e potrebbe rivestire i panni della spina nel fianco del suo team-mate Rossi.

    Inoltre, c’è grande curiosità per le prestazioni di Marco Melandri, che anche qui vuole confermare il suo stato di grazia e magari avvicinarsi all’obbiettivo del podio.

    Ragionamento analogo potrebbe valere per il pilota della Suzuki, Loris Capirossi, il quale avrà finalmente a disposizione un propulsore più efficiente e potente,che gli permetterà, forse, di mantenere le promesse di podio formulate ad inizio stagione.