MotoGp, Marquez verso la Pramac

Il pilota Marc Marquez ha 31 anni ed è nella piena maturità, continua a stupire anche se da un po’ non vince la MotoGp e ora si parla di un cambio di team verso la Pramac. 

Dopo aver vinto quattro campionati di fila dal 2016 al 2019 è rimasto fermo nel 2020 per infortunio e nelle tre stagioni successive ha collezionato posizioni molto deludenti: 7°, 13° e 14°.

Oggi alla Ducati si pensa che la Pramac sia pronta a fare un sacrificio per portarlo dalla sua parte. Un sogno che fa emozionare il nipote di Angel Nieto, Fonsi, che specifica: “Il posto di Jorge Martin è nella squadra ufficiale. È una decisione difficile per la Ducati, ma se fosse mia non avrei dei dubbi. Ogni fine settimana migliora sempre di più. Vogliamo che ci portino via Jorge, è quello che abbiamo dimostrato a Prima Pramac con il nostro lavoro, che tutti i buoni piloti che abbiamo avuto sono andati nel team ufficiale. Questa è la nostra parte di lavoro”.

Ha poi aggiunto delle parole molto importanti: “Non sarebbe male, immaginate come squadra se Marc Marquez potesse venire? Ci si rizzerebbero i capelli in testa solo a pensarci. Siamo in una situazione davvero molto interessante”. La situazione non è molto chiara e intanto spuntano altre indiscrezioni.

Di Marquez parla anche Beier

Il nome di Marc Marquez è di quelli che fanno molto rumore, di lui ha parlato anche Pit Beirer, direttore motorsport di KTM. Questi in un’intervista a motosport-magazin.com ha spiegato precisamente le sue intenzioni.

marquez verso una nuova moto?
Beier parla di Marquez (ANSA) Derapate.AllaGuida.it

Ha così specificato: “Con Brad e Pedro abbiamo due piloti fantastici in squadra, nei quali abbiamo anche molta fiducia verso il futuro. Il mio desiderio non è cambiato, voglio continuare con i nostri quattro piloti, ma le attuali prestazioni di Augusto e Jack non sono sufficienti per un posto in MotoGp. Abbiamo ancora tempo, ma non molto, e devono fare dei passi in avanti”.

Ha aggiunto su Marquez: “Abbiamo un enorme rispetto per Marc, ma non penso sia un’opzione realistica per KTM. Gli avevo parlato l’estate scorsa, i suoi desideri erano quelli di ritrovare una moto con cui sapeva di poter essere competitivo. Ci è riuscito ed è tornato ad alti livelli, ecco perché non lo vedo cambiare nuovamente e ripartire un’altra volta dall’inizio”.

C’è fiducia e voglia di trovare la realizzazione in un percorso che Marquez spera di portare avanti fino alla vittoria del MotoGp.

Impostazioni privacy