Formula 1, tutta la gioia di Norris: “Sono al settimo cielo”

Abbiamo già parlato di Lando Norris e del suo successo al Gp di Miami, ora andiamo a leggere le sue grandissime parole di soddisfazione.

Il pilota britannico della McLaren è stato protagonista di una clamorosa vittoria che l’ha lanciato definitivamente nel mondo dei grandi della Formula 1.

Come riportato da SportMediaset, ha spiegato: “Era ora, che gara! L’ho aspettata per molto tempo e finalmente ci sono riuscito, sono felicissimo anche per il team. È stata dura e difficile, sono al settimo cielo. Fortuna? Per tutto il weekend siamo andati bene, ho avuto qualche contrattempo ma sapevo che il passo c’era. Abbiamo messo insieme tutto, la strategia è stata perfetta e ringrazio la McLaren. Sono fiero, tanti mi hanno aiutato e ho fatto degli errori. Ma sono rimasto qui perché credevano in me e mi porterò dietro per sempre questo giorno”.

Il pilota classe 1999 di Bristol ha dimostrato di avere grande talento anche se ancora non era riuscito mai a vincere un Gran Premio. Dal 2019 è entrato nella squadra della McLaren per la Formula 1 ed è stato un crescendo fino al sesto posto della scorsa stagione. La sensazione è che sia solamente destinato a crescere ancora.

Norris e non solo

Dietro Lando Norris al Gp di Miami di Formula 1 si è piazzato Max Verstappen che al momento rimane in testa alla classifica generale e che sta vivendo una stagione davvero straordinaria piena di successi. Un carattere che è stato per un giorno offuscato da un pilota giovane e talentuoso.

Norris cosa accade?
Non solo Norris (ANSA) Derapate.AllaGuida.it

Ha così specificato: “Si vince e si perde, siamo abituati a queste cose, ma oggi era davvero complicato. Sulle medie non avevo una buona sensazione, appena ho visto i tempi della McLaren ho capito che stavano volando. Anche se arrivi secondo lo accetti, sono felice per Lando perché lo aspettava da tempo e so che non sarà l’ultima. In pista mancava il grip, abbiamo del lavoro da fare perché nel passo non è andata bene. Questo weekend per noi non è stato perfetto”.

Insomma una gara dove Verstappen stesso ha ammesso la bravura di un avversario giovane che è riuscito a stargli davanti in una stagione vicina alla perfezione. A parte il ritiro in Australia, infatti, il pilota della Red Bull era riuscito a vincere sempre, dimostrando di essere in una stagione in linea con le precedenti visto che è il campione uscente degli ultimi tre anni, dando un segnale non da poco al mondo della Formula 1.

Impostazioni privacy