MotoGP Valencia 2015, Valentino Rossi: “Deluso ma non arrabbiato, il TAS non mi ha voluto ascoltare”

Il Tas ha respinto il ricorso di Valentino Rossi e il pilota dovrà partire ultimo nel Gran Premio di Valencia della MotoGP 2015. L'intervista del pilota della Yamaha dopo la sentenza negativa.

da , il

    Dopo aver annullato la consueta conferenza stampa, la Federazione ha deciso lo stesso di far parlare alcuni piloti in mini interviste singole. Tra gli intervistati c’era ovviamente Valentino Rossi, leader del mondiale con 7 punti di vantaggio su Lorenzo ma costretto a partire dall’ultima posizione dopo la penalizzazione subita a Sepang. Il TAS, qualche ora fa, ha respinto il ricorso del ‘Dottore’ confermando la penalità. Rossi sarà cosi costretto ad una gara di rimonta se non vuole perdere il 10° titolo mondiale. Seguite insieme a noi la gara LIVE in diretta web della MotoGP Valencia 2015 CLICCANDO QUI!

    Intervista di Rossi a Valencia

    Valentino Rossi sarà costretto ad una vera e propria impresa sportiva sopratutto se Jorge Lorenzo dovesse scappare via ad inizio gara. Tante sono le possibilità che Rossi vinca il titolo ma alcune anche molto complicate dovendo partire dall’ultima posizione in griglia di partenza. Riuscirà in questa impresa dai contorni leggendari? Molto dipenderà anche dagli avversari in pista: superare le ‘Open’ sarà una passeggiata e probabilmente già alla prima curva Rossi si ritroverà a centro gruppo ma poi ci saranno da sopraggiungere le moto Factory clienti e li il gioco si farà un po’ più complicato. Se dovesse raggiungere poi il quintetto formato dalle due Ducati, le due Honda e Jorge Lorenzo dovrà fare un vero miracolo per incollarsi allo spagnolo e chiudere la stagione in vetta al campionato. Rossi dovrà anche sperare in un weekend non troppo positivo per Lorenzo. Ricordiamo infatti che se Lorenzo dovesse chiudere 3° a Rossi basterebbe un 6° posto finale. Ecco le parole di Rossi nell’intervista di Valencia: “Purtroppo parto dal fondo e sarà tutto difficile. Era già difficile prima ma partendo dall’ultimo posto le cose saranno peggiori per me – ha spiegato il ‘Dottore’ – Sono qui e dobbiamo impegnarci al massimo per fare un buon lavoro ed essere il più veloci possibile. Poi vediamo cosa accadrà in gara.” Valentino ha deciso di non parlare troppo di Sepang: “Mi hanno chiesto di non parlare della Malesia e sono d’accordo, dobbiamo fare quest’ultima gara e sono concentrato su di essa. Sinceramente non so come finirà questo mondiale e non riesco a darmi delle percentuali dovendo partire dall’ultima posizione.”

    Rossi ha poi parlato della decisione del TAS: “Potrebbero darmi ragione tra due mesi, ora non si sono pronunciati e io dovrò partire ultimo. Io ero sulla moto a Sepang e so cosa è accaduto ma non sono stato ascoltato. Per Domenica penso che non servirà una grande impresa ma la gara migliore possibile. Obiettivo? recuperare subito il maggior numero di posizioni e poi vedere a che punto sono. Sarà fondamentale fare le scelte giuste, studiando le condizioni del tempo e della pista, montando le gomme giuste per fare un certo tipo di gara.” Infine Rossi ha parlato del suo rapporto con Lorenzo : “Non so, non so come sarà il nostro rapporto l’anno prossimo di sicuro mi vedrete ancora su una moto perchè ho un contratto con la Yamaha. Ora sono deluso ma non arrabbiato. Ho ancora tante motivazioni per questo sport ma mi spiace non poter giocare al meglio la chance che mi sono costruito e meritato durante l’intera stagione. Mi ha sorpreso che Jorge abbia fatto ricorso al TAS ma ringrazio suo padre per quello che ha detto di Marquez”.