Tutte le nuove monoposto F1 2015 presentate

Tutte le nuove monoposto che prenderanno parte al mondiale di Formula 1 2015. Foto, caratteristiche e dettagli. Dalla Williams alla Ferrari.

da , il

    Nuova Ferrari SF15T (13)

    Tra le big, manca solo la Red Bull, alle prese con qualche problema di troppo nel superamento dei crash-test. Tutte le altre protagoniste del mondiale di F1 2015 hanno svelato le nuove monoposto. Mancano ancora Toro Rosso e Caterham, oltre alla Mercedes che vedremo ufficialmente solo domenica 1 febbraio, pur avendone già apprezzato le modifiche principali. C’è poi chi, come la Force India, ha mostrato livrea e musetto, ma tarderà ancora qualche settimana prima di scendere in pista con la macchina 2015. Riassumiamo tutte le presentazioni avvenute finora.

    Williams

    nuova williams fw37 2015 (2)

    La nuova Williams FW37 si è vista solo virtualmente, sotto forma di ricostruzione grafica. E’ un’evoluzione del buon progetto 2014, con un muso rivisto e pochi affinamenti evidenti sulla carrozzeria. La sostanza, quella sotto forma di carico aerodinamico da ricercare, è nascosta probabilmente nel fondo, nel diffusore, oltre a proporre una nuova distribuzione dei pesi. Diverse anche le sospensioni anteriori.

    | APPROFONDISCI |

    Lotus

    Far peggio della pessima monoposto 2014 sarà impossibile. In Lotus arriva il motore Mercedes, che aiuterà a compiere un buon balzo prestazionale. Aerodinamicamente è una monoposto più tradizionale, con un musetto basso e corto, contrariamente alla forchetta della E22.

    | APPROFONDISCI |

    Force India

    Si può dire ben poco della nuova Force India. Presentata in Messico ha sfoggiato la livrea 2015, caratterizzata da un elegante accostamento tra argento e nero, oltre ai classici inserti arancio del team anglo-indiano. Il muso segue la strada di una soluzione molto lunga, parzialmente a becco e con un raccordo regolare al telaio. Salterà i test di Jerez per presentarsi con la macchina 2015 a Barcellona, mentre prosegue il lavoro nella galleria del vento di Colonia.

    | APPROFONDISCI |

    McLaren Honda

    E’, finora, la macchina che maggiormente ha sorpreso per cura aerodinamica. Quanto azzardata sia la scelta di disegnare pance rastremate e tirate al limite, lo dirà la pista. Il muso è tra i più lunghi visti in questi giorni di presentazioni e offre un’interessante soluzione per il posizionamento dei supporti dell’alettone.

    | APPROFONDISCI |

    Mercedes

    Lo shakedown di Silverstone ha permesso di scoprire la Mercedes W06 in anteprima. Non c’era alcun bisogno di rivoluzionare il progetto, così appare molto simile alla monoposto iridata. Musetto elegante, corto e bassissimo, in controtendenza rispetto a McLaren, Force India e Ferrari. Le pance appaiono leggermente più snelle nella parte superiore vicino al cockpit. Quanto al motore, l’anno scorso di vociferava di 80 cavalli in più pronti per il 2015.

    | APPROFONDISCI |

    Sauber

    Gli elvetici vincono per ora il premio come livrea più simpatica e appariscente. La Sauber C34 sfoggia un bel blu con un ampio spazio giallo sulle pance. E’ un’evoluzione del progetto 2014, con pochi soldi da investire e parecchia strada da dover recuperare. Il muso conserva un accenno di becco, con i piloni di sostegno dell’ala ispirati alla McLaren e vicini anche alle scelte Ferrari.

    | APPROFONDISCI |

    Ferrari

    La Ferrari SF15-T coglie un po’ di sorpresa. Dal musetto corto della F14-T si cambia radicalmente, andando verso uno lungo in grado di far passare più aria tra i piloncini dell’ala. Le sospensioni anteriori modificate aumentano il passo di pochi centimetri, mentre un dettaglio importante è legato alle pance laterali: restano abbondanti nelle dimensioni, per esigenze di raffreddamento della power unit incrementate, anche a causa dell’incremento di potenza del V6.

    | APPROFONDISCI |

    RED BULL

    La Red Bull si è presentata ai test di Jerez con una livrea molto originale nella sua nuova RB11. Le “lattine” hanno infatti deciso di presentarsi all’appuntamento spagnolo con una vettura in bianco e nero. Questa scelta è stata fatta molto probabilmente per non mettere in bella mostra qualche accorgimento tecnico. La scelta del musetto è molto simile a quella della Williams con un anteriore corto e con una leggera protuberanza. Le pance sono alte e corte scavate all’anteriore. Dal primo Gran Premio tornerà la livrea ufficiale.

    Toro Rosso

    La Toro Rosso STR10 è stata presentata in modo tradizionale ossia nella corsia dei box. Niente immagini virtuali, niente streaming come invece hanno optato diversi colossi della F1. Franz Tost ha spiegato che la nuova STR10 è una delle migliori auto costruite dalla Toro Rosso. Il muso della monoposto è simile a quella della Ferrari, le pance sono di dimensioni contenute anche se non rastremate come quelle della McLaren Honda. Interessanti le due prese d’aria ai lati dell’airscope.